Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

Progettazione e formazione per competenze negli interventi socio-educativi (Savigliano)

Oggetto:

EDUCATIONAL PLANNING AND COMPETENCY-BASED APPROACH IN THE SOCIAL FIELD

Oggetto:

Anno accademico 2017/2018

Codice dell'attività didattica
FIL0104
Docente
Daniela Maccario (Titolare del corso)
Corso di studi
laurea triennale in Scienze dell'Educazione
Anno
2° anno 3° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
12
SSD dell'attività didattica
M-PED/03 - didattica e pedagogia speciale
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

 

Lo studente dovrà:

- descrivere ed interpretare realtà educative e fenomeni ad esse connessi con l’impiego critico degli strumenti teorici offerti dal corso;

- analizzare ed elaborare progetti educativi, in risposta alla crescente domanda espressa dalla realtà sociale e dai servizi alla persona e alle comunità, con particolare riferimento alla promozione di empowerment, di competenze di cittadinanza e di partecipazione sociale ;

- analizzare e ipotizzare interventi in risposta a bisogni educativi differenziati di singoli e di gruppi e alla specificità dei contesti e delle realtà territoriali di riferimento;    

- riferire strategie, mezzi e strumenti educativi a contesti diversi, a soggetti e gruppi differenziati  per età, condizioni socio-culturali, personali e formative, con particolare attenzione alle situazioni di difficoltà;

- acquisire criteri e strategie per la risoluzione di problemi a carattere educativo e formativo, con specifica attenzione per la gestione costruttiva della relazione educativa;

- leggere ed impiegare criticamente i risultati della  ricerca, con capacità di approfondire gli aspetti attinenti le realtà e i problemi educativi di carattere sociale;

- sviluppare una riflessività professionale in relazione al proprio e altrui operato, all’interno di una visione dinamica ed evolutiva del profilo professionale.

 

The student will be required:

- to describe and interpret educational structures and associated phenomena with the critical use of the theoretical tools offered by the course.

- to analyze and develop  educational projects in order to meet the increasing demands of social reality and of personal and community services with particular reference to the promotion of empowerment, skills of citizenship and social participation ;

- to analyze and design interventions in response to the differentiated educational needs of individuals and groups, and to the specificity of contexts and territorial reference;

- to refer educational strategies, resources and tools to various contexts and to individuals and groups differentiated by age, socio-cultural, personal and educational circumstances, paying special attention to problematic situations;

- to refer educational strategies to resolve problems of an educational/training nature, paying specific attention to the constructive management of the educational relationship;

- to critically interpret and employ the results of research, with the ability to further investigate aspects relating to educational realities and problems of a social nature;

- to consolidate professional reflexivity relating to one’s own work and the work of others, within the context of a dynamic and developmental vision of the professional profile of the educator for the social development of the territory.

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 

Conoscenza a comprensione

- Riconoscere la dimensione educativa dei fenomeni sociali e rapportare ad essa  la professionalità e i compiti dell’educatore for the social development of the territory.

- Conoscere logiche e strumenti per interpretare bisogni educativi differenziati riferiti a collettività e soggetti individuali .

- Conoscere modelli e logiche della progettazione educativa in campo sociale.

- Conoscere criticamente modelli, strategie e strumenti di intervento educativo rapportandoli  a bisogni e contesti  educativi specifici.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

- Acquisizione di competenze operative di base in riferimento alla progettazione socio-educativa, all’impiego di modelli, strategie e strumenti educativi, con particolare attenzione principi e ai dispositivi coerenti con  un approccio per competenze, finalizzato alla promozione dell’autonomia personale e sociale.

- Acquisizione di competenze nella progettazione e gestione di percorsi educativi che rispondano a bisogni complessi, attraverso forme di sostegno integrato che aiutino singoli, gruppi e coinvolgano collettività e contesti, in collaborazione con altre professionalità e risorse sociali e territoriali.

- Acquisizione di competenze nella progettazione di percorsi di ricerca educativa “sul campo” basati su processi di osservazione, documentazione, innovazione, valutazione degli interventi  e dei loro risultati.

Autonomia di giudizio

- Analisi critica di interventi e pratiche educative per coglierne tratti caratterizzanti,  dinamiche e processi ed individuare possibili direzioni di sviluppo. 

- Capacità di valutare programmi e interventi educativo-formativi tenendo conto della loro valenza scientifica, della coerenza rispetto alle domande espresse ed ai bisogni, dell’efficacia rispetto agli esiti finali attesi, dell’efficienza nell’impiego delle risorse disponibili.

- Capacità di riflettere per incrementare l’efficacia della progettualità e delle azioni educativo-formative.

Abilità comunicative

- Capacità di uso corretto e comunicativamente efficace del linguaggio scientifico.

- Capacità di documentare in forma efficace progetti, interventi, risultati educativo-formativi.

 

Capacità di apprendimento

-Capacità di lavorare in autonomia, incrementando le proprie risorse apprenditive anche a partire dalla riflessione e dalla rielaborazione personale dell’esperienza.

- Capacità di individuar e utilizzare le fonti e agli strumenti necessari per la propria formazione continua. 

Knowledge and understanding

- To recognise the educational dimension of social phenomena and to relate this to the professionalism and the duties of the professional socio-cultural educator.

- To be familiar with logics and tools for interpreting differentiated educational needs related to the community and to individual subjects.

- To be familiar with models and logics of educational planning in the social field.

- To have critical knowledge of models, strategies and tools of educational intervention, relating them specifically to educational needs and contexts.

Ability to apply knowledge and understanding

- Critical analysis of interventions and educational practices, in order to draw from them certain characteristic features, dynamics and processes and to identify potential paths of development. 

- Acquisition of basic operating competences relating to socio-educational planning, the use of educational models, strategies and tools, paying particular attention to the principles and measures consistent with a competency-based approach, aimed at promoting personal and social independence.

- Acquisition of competences in planning and managing educational pathways that respond to complex needs, through forms of integrated support which assist individuals and groups and involve collectivities and contexts, in collaboration with other professional specialisms and social and territorial resources.

- Acquisition of competences in developing pathways for educational "in the field" research based on processes of observation, documentation, innovation, evaluation of the teaching  interventions and their results.

Making judgements

- Critical analysis of interventions and educational practices, in order to draw from them certain characteristic features, dynamics and processes and to identify potential paths of development.

- Ability to evaluate programs and educational interventions based on their scientific value, consistency with the questions and needs expressed, effectiveness in relation to expected outcomes, efficient use of available resources.  

- Ability to think in order to increase the effectiveness of projects and educational actions.

Communication skills

-  Ability to use scientific language correctly and effectively.

-  Ability to effectively document projects, interventions, results in education.

 Learning skills

-Ability to work autonomously to improve their own learning, also from the reflection of the experience.

- Ability to identify and use sources and tools needed for their own continuing education.   

Oggetto:

Modalità di insegnamento

 

Metodologie didattiche.

Lezione frontale e partecipata con esercitazioni; ricostruzione e analisi di casi; didattica laboratoriale; simulazioni; ricerca-azione e studi di caso. 

Teaching methodologies.

Head-on lessons with participation using exercise practice; reconstruction and analysis of cases; laboratory didactics; simulations; action-research and case studies. 

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

 

Saranno oggetto di verifica:

- l’acquisizione dei concetti fondamentali della disciplina;

- l’elaborazione personale e critica delle conoscenze;

- l’impiego delle conoscenze acquisite per interpretare fenomeni e problemi di natura didattico-educativa riferiti all’extra-scuola;

- l’impiego di strumenti concettuali e logico-operativi per l’elaborazione e/o la critica di ipotesi di intervento educativo;

- l’interesse e l’impegno dimostrati.   

Concorre, inoltre, a determinare il giudizio finale la padronanza del linguaggio proprio della disciplina. 

L’esame consiste in una prova scritta integrata da un colloquio orale. La prova scritta è articolata in quesiti semi-strutturati, in forma di saggio breve, e in un’analisi critica di un caso o nell'elaborazione argomentata di un'ipotesi progettuale. Il colloquio orale integra la prova scritta e verte sull’approfondimento di un argomento  durante il corso.

Gli studenti possono, inoltre, presentare al colloquio finale  un approfondimento personale in forma di portfolio individuale degli apprendimenti su un argomento approfondito durante il corso (le modalità per la stesura e la consegna degli elaborati saranno esposte durante il corso).    

 

The following will be assessed:

- familiarity with the fundamental concepts of the discipline;

- critical, personal assessment of the knowledge gained;

- the use of knowledge gained to interpret didactic-educational phenomena and issues relating to the extra-curricular domain;

- the use of conceptual and logical-operational tools for the assessment and/or the critique of assumptions behind teaching interventions;

- the interest and commitment demonstrated.   

Mastery of the language proper to the discipline will go towards the final evaluation. 

The examination will involve a written test supplemented by an oral assessment interview. The written exam is divided into semi-structured questions, in the form of a short essay, and a critical analysis of the case or reasoned elaboration of a project hypothesis. The oral supplements  the written test and focuses on the deepening of a topic covered during the course.   

At the final interview, students may also present a more in-depth personal assessment in the form of an individual learning portfolio (the methods used to prepare and submit documentation will be detailed during the course.

Oggetto:

Programma

Il corso si articolerà in quattro moduli.

1. Contesti e forme dell’intervento educativo in ambito socio-culturale. Una pluralità di contesti e di bisogni educativi: la professione dell’educatore tra educazione formale, non formale ed informale.  

2. Dalla ‘Pianificazione’ alla progettazione degli interventi socio-educativi.  I documenti programmatici a livello europeo, nazionale, regionale, locale come fonti per la progettazione di azioni socio-educative. Dalla lettura statistica del bisogno all’interpretazione contestuale delle possibilità di intervento educativo: lavoro d’équipe e compiti dell’educatore. Modelli e logiche della progettazione educativo-didattica nei contesti extra-scolastici. 

3. Strategie e tecniche di intervento didattico-educativo. La questione metodologica: il concetto di modello come ‘teoria-pratica’ dell’intervento didattico-educativo. Il contributo delle ‘didattiche recenti’: fondamenti, procedure, implicazioni operative. Le tecniche didattiche nella gestione degli interventi educativi extrascolastici: potenzialità formative, criteri di impiego, principali ‘formati’.

4. L’approccio per competenze negli interventi educativi non formali. La competenza come criterio formativo. La costruzione di contesti di apprendimento e la valorizzazione delle situazioni-problema. Struttura dei percorsi formativi. Criteri di scelta dei metodi di intervento.

 

The course will be divided into four modules.

1. Contexts and forms of educational intervention in the social field. A plurality of contexts and educational needs: the educator’s profession, comprising formal, non-formal and informal education.  

2. From 'Planning to the design of socio-educational interventions. Programmatic documents at European, national, regional and local level as sources for the design of socio-educational interventions. From the statistical interpretation of need to the contextual interpretation of the possibilities for educational intervention: team work and tasks of the educator. Models and logics of educational-teaching design in extra-curricular contexts. 

3. Strategies and techniques of didactic-educational intervention. The methodological question: the concept of model as 'theory-practice' of the teaching-educational intervention. The contribution of “recent didactics”: foundations, procedures, operational implications. Teaching techniques in the management of extra-curricular educational interventions: educational potential, criteria of application, principal 'formats'.

4. The competency-based approach in non-formal educational interventions. Competency as an educational criterion. The construction of learning contexts and the exploitation of problem-situations. Structure of training courses. Criteria for the choice of intervention methods. 

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

 

- LEONE l., PREZZA M., Costruire e valutare progetti nel sociale. Milano, Franco Angeli (2012).

-  MACCARIO  D., Le nuove professioni educative. La didattica nei servizi socio-culturali e assistenziali, Roma, Carocci, 2013.

-  MACCARIO D. (a cura di), L’educazione difficile. La didattica nei contesti socio-culturali e assistenziali, Roma, Carocci, 2009.

- PELLEREY M. (2012), Competenze. Conoscenze, abilità, atteggiamenti. Il ruolo delle competenze nei processi educativi scolastici e formativi, Napoli, Tecnodid.

- PERLA L.- RIVA M.G., L’agire educativo. Manuale per educatori e operatori socio-assistenziali. Brescia, La Scuola. 

Gli studenti non frequentanti prepareranno inoltre uno dei seguenti testi a scelta:

- OTTOLINI G.M., RIVOLTELLA P.C., Il tunnel e il kayak. Teoria e metodo della peer & media education, Milano, Angeli, 2014.    

- BODA G., L’educazione fra pari. Linee guida e percorsi operativi, Milano, Angeli, 2009.

 - CAPRANICO S., Role- playingManuale ad uso di formatori e insegnanti, Milano, Cortina, 1999.

-  MAIDA S., Il colloquio nella pratica educativa, Roma, Carocci.

- DOEL M, Lavorare con i gruppi. Manuale per operatori sociali. Trento, Erickson. 

- ORLANDO V. - PACUCCI M., La scommessa delle reti educative. Il territorio come comunità educante, Roma, LAS, 2005.   

- ORLANDO V., Strutture residenziali per minori e qualità del servizio socio-educativo, Roma, LAS, 2007.

- RAINERI M.L., Il metodo di rete in pratica, Trento, Erickson, 2004.

- REGOGLIOSI A., La strada come luogo educativo. Orientamenti pedagogici sul lavoro di strada, 2005, Milano, Unicopli, 2005.

 

Students not attending the course will also prepare one of the following books:

 

- OTTOLINI G.M., RIVOLTELLA P.C., Il tunnel e il kayak. Teoria e metodo della peer & media education, Milano, Angeli, 2014.

- BODA G., L’educazione fra pari. Linee guida e percorsi operativi, Milano, Angeli, 2009.

- CAPRANICO S., Role- playingManuale ad uso di formatori e insegnanti, Milano, Cortina, 1999.

- MAIDA S., Il colloquio nella pratica educativa, Roma, Carocci.

- DOEL M, Lavorare con i gruppi. Manuale per operatori sociali. Trento, Erickson. 

- ORLANDO V. - PACUCCI M., La scommessa delle reti educative. Il territorio come comunità educante, Roma, LAS, 2005.   

- ORLANDO V., Strutture residenziali per minori e qualità del servizio socio-educativo, Roma, LAS, 2007.

- RAINERI M.L., Il metodo di rete in pratica, Trento, Erickson, 2004.

- REGOGLIOSI A., La strada come luogo educativo. Orientamenti pedagogici sul lavoro di strada, 2005, Milano, Unicopli, 2005.

Text 

Oggetto:

Orario lezioni

GiorniOreAula
Lunedì8:00 - 10:00Aula 111 - piano primo Savigliano
Martedì8:00 - 10:00Aula 111 - piano primo Savigliano
Mercoledì8:00 - 10:00Aula 111 - piano primo Savigliano

Lezioni: dal 05/03/2018

Oggetto:

Note

Sarà messo a disposizione degli studenti materiale didattico di supporto per la preparazione del corso (accesso al sito www.campusnet.unito.it previa iscrizione on-line).

Orario e luogo di ricevimento.

Durante il periodo dei corsi, la docente riceverà dopo le lezioni presso le sedi didattiche; nei periodi di interruzione della didattica, il ricevimento studenti si terrà come da calendario pubblicato sulla pagina personale. 

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 01/09/2017 14:53
Location: https://educazione.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!